l’otto marzo a Firenze: report e considerazioni

Lo sciopero generale globale dell’otto marzo contro la violenza di genere contro le donne e contro lo sfruttamento.

Grazie a tutte e tutti quelle/i che hanno partecipato allo sciopero e alle manifestazioni convocate per l’otto marzo.

C’è invece chi non ha aderito perché “lo sciopero costa a chi lo fa e può essere convocato solo se connesso a obiettivi raggiungibili a breve”: eppure lo sciopero è stato indetto e ha visto una larga partecipazione. La cosa infame è affermare che la lotta contro la violenza di genere contro le donne sia un obiettivo non ottenibile a breve, affermando implicitamente di rinunciare a una lotta forte e determinata per vincere quella violenza ed eliminarla qui ed ora.

Lo sciopero è stato indetto su obiettivi primari e irrinunciabili, è stato uno sciopero che ha coinvolto donne e uomini in 51 paesi e chi ha guardato le foto delle manifestazioni ha verificato quanto siano state partecipate in tutto il mondo.

Il sindacalismo non può essere ridotto a questioni settoriali, ma riguarda i grandi temi di libertà, autonomia, diritto a fruire di tutto quanto viene socialmente prodotto, compreso l’accesso ai beni comuni. E poi neppure gli obiettivi settoriali oggi sono ottenibili senza una lotta contro neoliberismo ed austerity che deve avere un respiro europeo e internazionale. Ci sono obiettivi come quello dell’autonomia e della libertà delle donne, su cui non solo vale la pena lottare, ma che segnano la differenza fra persone che sono umane e persone che non lo sono. In modo simile a quanto è successo durante il fascismo dove c’è stato chi ha pensato che non ci fosse nulla da fare contro una forza brutale e inumana e chi invece ha capito e ha lottato fino alla liberazione.

Chi ha scioperato e ha partecipato alle iniziative ha dimostrato che le donne e gli uomini che mettono al primo posto la libertà e l’autonomia non sono rassegnati a pensare che eliminare la violenza contro le donne non sia un obiettivo raggiungibile a breve.

La lotta non è che all’inizio, perché Non una di meno sta preparando il piano nazionale femminista contro la violenza che non è un elenco astratto di diritti ma la definizione di azioni concrete e da politiche di realizzare per ottenere quello che chiediamo.

Marvi Maggio – Cobas Regione Toscana

Il report di non una di meno Firenze:

REPORT: Firenze #lottomarzo tutto il giorno

A Firenze il meraviglioso percorso di preparazione all’8 marzo – partecipato da molte e diverse realtà cittadine – ha portato non solo al corteo ma a una mobilitazione che è durata tutto il giorno.
Dalla mattina azioni in diversi luoghi della città: consultori, servizi salute e sociali, presidiati e oggetto di proteste da parte di lavoratrici e lavoratori della sanità pubblica e dalle donne sotto sfratto. Presidi anche delle lavoratrici ATAF e Publiacqua.
Adesioni allo sciopero delle tassiste e di punti vendita. Cancellati 2 voli e alcuni treni regionali; numerosi bus e tram soppressi; chiusura di alcune scuole e musei.
Azioni di protesta per lo smantellamento della sanità pubblica e la chiusura dei consultori anche nel Mugello, da dove una delegazione ha raggiunto la piazza.

La piazza SS.Annunziata, scelta come luogo simbolo – c’era uno dei tanti consultori chiusi- è stata frequentata da centinaia di persone dalle 10 di mattina fino alle 18 quanto è partito il corteo. In piazza laboratori femministi.
Corteo con soste e performance di protesta (Regione, scuole, farmacie, centro impiego e grandi magazzini, curia).
All’avvivo la serata è andata avanti con musica femminista in piazza.

PARTECIPAZIONE: 8.000 nelle piazze durante la giornata e corteo.
CORTEO: 5.000/6000

E’ stata una grande giornata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Il link a due video che raccontano il presidio nella piazza e la manifestazione:

https://www.youtube.com/watch?v=e0jQmgDt0MI

http://www.controradio.it/donne-in-2-mila-in-corteo-a-firenze/

Un articolo apparso sul sito non una di meno sull’importanza dello sciopero:

https://rtcobas.wordpress.com/2017/03/11/larma-impropria-dello-sciopero-femminista/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...