mensa e ticket in regione toscana

Mensa e ticket. Peggio di così…!

La piattaforma unitaria dell’RSU conteneva la richiesta di maggiorare il ticket e accettava il rientro di un’ora dopo lo stacco. L’amministrazione non ha accettato questa proposta.

Il disciplinare con le regole per accedere a mensa e ticket è nettamente peggiorativo (come tutti voi avete notato), nel senso che sono state aggiunte nuove condizioni per l’accesso: in particolare almeno un’ora di rientro in orario pomeridiano dopo la pausa pranzo e almeno sei ore di servizio.

Ovviamente noi non eravamo d’accordo. Abbiamo accettato come mediazione il rientro di un’ora, ma eravamo del tutto contrari ad imporre un tempo di lavoro giornaliero obbligatorio. Perché è una limitazione alla flessibilità dell’orario che permette ai lavoratori di gestire un po’ meglio la loro vita.

E non ha senso visto il totale settimanale medio di 36 ore. Se faccio meno ore un giorno ne faccio di più l’altro. E comunque sono al lavoro e devo mangiare. E’ una conquista del lavoratori avere un contributo per il pasto. Ma da qualche parte i soldi vanno trovati, e non hanno intenzione di trovarli eliminando sul serio i vitalizi, oppure riducendo il trattamento economico di presidente e assessori, né quello dei direttori e dei dirigenti. Finché qualcuno li costringerà a farlo.

Ora chiediamoci. Questa decisione sull’accesso a mensa e ticket su cosa si basa?

Sul miglioramento dei servizi?

NO

Su una migliore organizzazione del lavoro?

NO

Sulle pari opportunità?

NO

Si fonda sul risparmio. La giunta ha deciso di risparmiare caricando i costi dei pasti su di noi. Con queste regole meno lavoratori avranno diritto a mensa e ticket. Molti saranno costretti a perdere mensa e ticket per farsi carico del lavoro di cura (che, scusate, ma dovrebbe essere un onere dello stato sociale, non del singolo). Oltre a non offrire nessun servizio pubblico di qualità per la cura di anziani e bambini, non mettono neppure le persone in condizioni di svolgerlo agevolmente.

Addirittura chi fa le 7,12 continuative non ha più diritto al ticket (secondo queste regole). Ma non si vergognano? No, e dobbiamo essere noi a farli vergognare.

Tutto questo è inaccettabile e chiederemo con forza all’amministrazione che i risparmi vengano cercati altrove. L’abbiamo già fatto e continueremo a farlo.

Chiediamo a tutti un impegno contro queste ingiustizie. Perché in un momento di attacco contro i diritti dei lavoratori, tutti si devono impegnare.

Marvi Maggio – Cobas Regione Toscana

Annunci

Una risposta a “mensa e ticket in regione toscana

  1. dobbiamo impegnarci ma come? sciopero bianco? non saprei tanto se non ci moviamo tutti non concluderemo niente ! e questo sara’ difficile… ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...