Spending review? Non per i dirigenti regionali

Spending review? Non per i dirigenti regionali

Con Decreto del Dott. Ugo Galeotti (stipendio pari a 109.339 euro annui lordi) adottato il 17/6/2014 e certificato il 3/7/2014, è stato stabilito l’importo complessivo di euro 1.912.669,69 quale retribuzione di risultato per i dirigenti per l’anno 2013, da liquidare con le “note di liquidazione degli stipendi nel mese di giugno 2014”.

Si tratta per ognuno di loro di 16.457 euro.

L’anno scorso la cifra totale era stata di euro 1.792.165,93 e l’importo della retribuzione di risultato dei dirigenti era stato di euro 13.890, 44 a testa, corrisposti con note di liquidazione nel mese di marzo 2013.

Notiamo che l’importo di quest’anno è stato maggiorato di circa 2.600 euro rispetto a quello dell’anno precedente. Ma del resto, che volete? C’è l’inflazione e le spese aumentano costantemente (sanità, luce, gas, acqua!). Non vorrete, spero, che questi poveri dirigenti si trovino in qualche difficoltà economica.

E siccome non si possono fare ingiustizie anche i DG hanno la loro retribuzione di risultato se no, come fare a vivere con un tabellare che è di 135.000 per alcuni, 107.00 per altri e di 142.000 euro per altri ancora? C’è bisogno di un piccolo extra, quei 13.500, oppure 14.200, oppure 22.000 euro di retribuzione di risultato che ti tolgono dai guai.

Va notato però che la retribuzione di risultato dei dirigenti si avvicina sempre di più allo stipendio di qualcuno, meno fortunato.

B in categoria iniziale 19.358 annue lorde

C in categoria iniziale 21.783 annue lorde

D in categoria iniziale 23.725 annue lorde.

Ma d’altra parte da qualche parte bisognerà pur risparmiare, no?

E chi meglio di chi guadagna meno? Avrà meno spese no?

E noi lavoratori dovremmo condividere i valori della regione toscana? Quali, quelli strombazzati o quelli ombra, quelli veri?

Ci chiediamo:

  • il contenimento dei trattamenti economici nel settore pubblico, vale solo per noi del comparto?
  • Perché politici (giunta e consiglio) non si sono ridotti di un euro gli emolumenti e si sono mantenuti la vergogna del vitalizio? I tagli sono solo per la prossima legislatura e potranno essere rimangiati a tempo debito.
  • La riorganizzazione sta nascendo meno democratica del solito, con un abbozzo di monarchia assoluta da ancien regime (pre-rivoluzione francese, vedi Decisione DG Presidenza n. 10 del 14/7/2014) e con il forte rischio che la partecipazione dei lavoratori che abbiamo chiesto con forza come Cobas e come RSU, si riduca a una operazione volta a creare “senso di appartenenza” e condivisione dei valori come “leve extraretributive di motivazione del personale”. Tradotto: per ottenere il miglior lavoro senza pagarlo il dovuto, in modo tale da conservare i soldi risparmiati per sé (giunta e consiglio) e i propri amici.
  • Il concorso per categoria C prevede fra i requisiti di accesso 24 mesi di esperienza di lavoro subordinato nel pubblico o nel privato sui fondi comunitari. Una scelta che esclude ingiustamente disoccupati e molti precari di questa amministrazione.

Ma fino a quando?

Marvi Maggio – Cobas Regione Toscana

Per commenti, contributi e proposte di iniziative visita il blog:

https://rtcobas.wordpress.com/

 

Annunci

4 risposte a “Spending review? Non per i dirigenti regionali

  1. Non e’ stato possibile approvare il pagamento della produttivita’ a giugno perche’ ci sono “tempi tecnici” da rispettare. Forse verra’ pagata ad agosto. Forse.

    Ma che velocita’ quando il decreto riguarda i dirigenti!

  2. Ma era chiaro che per “lorsignori” si sarebbe fatto tutto nei tempi stabiliti!!!
    Qui bisogna veramente farci sentire …. non è possibile che abusino così del loro potere e che ci trattino in questo modo!!!
    Sono stanca e nauseata da questa massa di dirigenti che si autofinanziano senza problemi … ma che creano i problemi solo a noi del comparto!!!
    Quando inizieremo a fare qualche cosa?
    Quando decideranno di non pagarci più lo stipendio????
    Smettiamo di lavorare …. facciamo vedere chi fa andare avanti la macchina e basta con questi tagli che siamo sempre noi del comparto a dover pagare!!!!!
    E’ una vergogna sapere che “Ugo Galeotti (stipendio pari a 109.339 euro annui lordi) con decretoa dottato il 17/6/2014 e certificato il 3/7/2014, è stato stabilito l’importo complessivo di euro 1.912.669,69 quale retribuzione di risultato per i dirigenti per l’anno 2013, da liquidare con le “note di liquidazione degli stipendi nel mese di giugno 2014”.”

  3. Mi vergogno per tutti loro…e se solo riuscissero a guardarsi allo specchio, vedendo realmente chi c’è dall’altra parte, farebbero altrettanto!!!

  4. E noi continuiamo a pensare che le trattative sindacali servano a qualcosa. E’ tempo di rivoltarsi contro questo andazzo. I responsabili politici continuano a sborsarsi rimborsi, vitalizi, prebende e quant’altro mentre i burocrati sguazzano nei loro traffici per continuare a garantirsi lauti stipendi e prebende. Chiedetelo anche a quei direttori di ridicole agenzie regionali, o a quegli ex dirigenti che vengono a farsi ulteriormente pagare per fare i revisori di conti che hanno fatto paurosamente lievitare quando facevano i dirigenti. Chiedete a Giusti, a Nastasi, a Galeotti, a Pelini, a Grassi, a Del Re, a Barca, a Vignozzi, a Meucci e a tanti altri che continuano a percepire inaccettabili prebende. Basta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...