lettera dei dipendenti a tempo determinato

Lettera dei dipendenti a tempo determinato… ovvero Tutti all’assemblea!

L’obiettivo delle nostre assemblee indette dall’RSU (19, 26 e 27 marzo) è respingere tutte le decisioni unilaterali della cupola regionale (CTD e politici) che taglia i nostri redditi per conservare i propri.
Dobbiamo raccogliere tutte le nostre forze perché ognuna delle numerosissime questioni che peggiorano la nostra vita nella regione vengano risolte.
E una delle questioni è quella raccontata nella lettera che troverete qui sotto: colleghi che rischiano l’azzeramento del loro reddito.
Pensiamo che condivisione e solidarietà siano l’atteggiamento giusto per dare forza a tutte le nostre istanze che sono riassumibili nella rivendicazione della nostra dignità e del nostro valore come persone prima ancora che come lavoratori.
Ecco la lettera indirizzata a tutti noi da questi lavoratori a td, che Rossi ha voluto precari e che avrebbe invece dovuto assumere a tempo indeterminato (e i soldi ce li aveva!).

Delegati cobas RSU regione Toscana.

“Care colleghe e cari colleghi,

siamo una rappresentanza del personale a tempo determinato della Regione Toscana.
Nessuno di noi fa parte del personale degli organi politici. Siamo tutti stati assunti con almeno un concorso ad evidenza pubblica.
In considerazione dei recenti sviluppi normativi, emanati a livello comunitario e nazionale relativamente al precariato presso le pubbliche Amministrazioni, ci siamo organizzati in un gruppo compatto dal novembre 2013 e abbiamo richiesto al presidente Rossi un incontro per esporgli la nostra situazione.
Lo scorso dicembre abbiamo incontrato  l’Assessore Targetti,  che garantì  l’intenzione di tenerci aggiornati in merito al piano occupazionale della  Regione, ma a tutt’ oggi non abbiamo ricevuto nessuna notizia.
Abbiamo intasato l’indirizzo di posta del Presidente Rossi, con delle mail in cui ognuno di noi raccontava il suo percorso in Regione come precario. Il Presidente Rossi ci ha risposto con una mail unica indirizzata ad ognuno di noi, dicendoci che la volontà di sistemare la nostra posizione c’è, ma che la normativa impone numerosi paletti.
Come i sindacati e i colleghi a tempo indeterminato sanno bene, l’Amministrazione regionale toscana ha scelto negli ultimi tre anni di attuare un blocco del turn-over molto più rigido di quello obbligatorio per legge, continuando nel frattempo ad assumere personale a tempo determinato, che fin dall’inizio ha svolto mansioni che nulla avevano a che vedere con i requisiti di transitorietà/straordinarietà previsti dalla legge stessa.  Non è legittimo che questa situazione si cronicizzi negli anni a discapito dei lavoratori precari e del buon funzionamento dell’Amministrazione stessa: azzerare le competenze acquisite nello svolgimento delle mansioni specifiche assegnate, rischia di minare gli obiettivi e gli impegni presi dall’Amministrazione di fronte alla collettività.
Ci siamo documentati circa le possibilità che derivano dalla nuova normativa e abbiamo cercato di conseguire un’unità d’intenti, nonostante le nostre situazioni siano eterogenee.

Queste  sono le nostre proposte:
–         assunzione degli idonei nelle graduatorie a Tempo Indeterminato attive in Regione Toscana (Legge 125/2013 e s.m.i.);
–         stabilizzazione per chi possiede il requisito di un contratto della durata di almeno 36 mesi ed è stato assunto con procedure concorsuali (e non a chiamata) in applicazione dell’art. 1 comma 529 della Legge di Stabilità 2014 (L. n. 147/2013 e s.m.i.) e/o stabilizzazione per chi possiede i requisiti di cui all’art. 4, comma 6-quater della L. 125/2013; Si ribadisce che tutti noi siamo stati assunti con concorso ad evidenza pubblica.
–         indizione di concorsi per assunzioni a Tempo Indeterminato per coloro che non possiedono i requisiti di cui sopra, ai sensi della L. 165/2001 e s.m.i., con riserva prevista solo per chi ha maturato un’anzianità di servizio in seguito ad assunzione con concorso ad evidenza pubblica (no personale delle segreterie politiche) e con una valutazione dei titoli che tenga conto del servizio prestato presso l’amministrazione.

Infine chiediamo che siano poste in atto al più presto tutte le possibilità di proroga ai contratti previste dalla normativa (D.Lgs. 368/2001 e s.m.i. art. 5 comma 4bis oppure L. 125/2013 e s.m.i.).
Riteniamo che le nostre richieste siano del tutto legittime e condivisibili anche dai lavoratori a tempo indeterminato, ed è per questo che chiediamo alla RSU di prendere  una posizione chiara in merito alla nostra situazione: come lavoratori chiediamo di essere tutelati dai sindacati e di ricevere una risposta dall’Amministrazione.
Forse la “questione precariato” non è importante quantitativamente, ma lo è qualitativamente.

Noi precari rischiamo  più di tutti.

Il nostro problema non è avere meno soldi in busta paga,  il nostro problema è non avere più una busta paga!

Grazie a tutti.

Firenze, 19 marzo 2014                                                                                    I dipendenti a T.D.

Invitiamo tutti a partecipare alle assemblee:

19 marzo 2014 dalle ore 9,30 alle ore 12,30 presso auditorium Santa Apollonia in via San Gallo a Firenze per favorire la partecipazione dei lavoratori con sede nel centro di Firenze (Consiglio, Cerretani, Farini, Genio Civile FI, ex Meier, Stamperia Braile villa Fabbricotti ecc.). I lavoratori che hanno sede fuori Firenze, ferma restando la possibilità di partecipare a qualsiasi assemblea a loro scelta sono invitati comunque a dare la preferenza alla prima in Santa Apollonia.

26 marzo 2014 dalle ore 9.00 alle ore 11.30 presso sala mensa della Giunta in di via di Novoli per favorire la partecipazione dei lavoratori con sede a Novoli, ARTEA e Scuola Cani Guida

27 marzo 2014 dalle ore 9,30 alle ore 12.30 presso auditorium via Alderotti per favorire la partecipazione dei lavoratori di quella sede.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...