RISPARMI

L’elenco predisposto dalla DG OR non è rapportato alle specificità delle differenti attività che vengono svolte dai differenti settori. Sembra impossibile, ma è così. L’elenco contiene fra l’altro la scelta di ridurre la spesa su: carta, cancelleria, benzina, trasferte, formazione, telefono, elettricità, climatizzazione (ma se sono quasi sempre rotti a Novoli!). Non si considera che la lettura di lunghi testi (leggi per esempio) sul computer non può avvenire per più di un certo tempo, se si vuole salvaguardare la salute (sicurezza nel posto di lavoro), quindi la stampa dei documenti talvolta è necessaria. Va inoltre notato che noi (non dirigenti) non siamo dotati di tablet o di computer portatili e quindi in caso di riunioni in altri uffici della regione non possiamo portarci i documenti su computer. Dotarci di opportuni strumenti informatici potrebbe costare di più della stampa della carta. Per le telefonate si potrebbe dire lo stesso, certe attività ne richiedono molte e ridurle potrebbe ostacolare il lavoro. Le missioni per alcuni settori sono necessarie per effettuare sopralluoghi e non per semplici riunioni. Mentre per le riunioni si può opportunamente optare per le teleconferenze, i sopralluoghi non possono essere sostituiti con teleconferenze. Insomma genericità, elenco pedissequo invece di elenco strategico. Sono nominate le consulenze, ma il tema non è trattato in modo approfondito e non si forniscono le quote di risparmio attese.

L’art.16 del DL 98 / 2011 al comma 4 promuove fra l’altro “riduzione dei costi della politica”. Forse qualche riduzione potrebbe derivare da questa voce, stupisce che non ce ne siano esempi nel documento presentato dall’amministrazione. Inoltre, come deterrente, sarebbe opportuno rendere pubblici i costi sostenuti per gli assessori e le segreterie politiche in modo che la popolazione possa mettere in rapporto i risultati conseguiti e le spese sostenute.

Un vero risparmio sarebbe la soppressione dell’OIV (organismo indipendente di valutazione). E’ una spesa non necessaria. Inoltre la scelta dei soggetti è discutibile e in un caso addirittura lesiva del rispetto che obbligatoriamente la nostra costituzione riconosce ai lavoratori. Giovanni Valotti ha scritto  il testo “Fannulloni si diventa” edito da Università Bocconi, dimostrando un pregiudizio negativo sui dipendenti pubblici, che da parte nostra viene rilanciato al mittente visto che lavora in una università dove la precondizione dell’accesso è la condivisione di un punto di vista neo-liberale e filo confindustriale, non certo la competenza scientifica. Stefano Franchi è un esponente di Confindustria portatore anch’esso di un pregiudizio negativo non solo contro i dipendenti pubblici, ma anche contro le attività che vengono svolte dagli enti pubblici (visti solo come laccioli, oppure come burocrazia, mentre spesso i controlli sono necessari). La terza Sabina Nuti della Scuola si Sant’Anna è stata già coinvolta dalle valutazione della sanità. Siamo convinti che la scelta dei valutatori del tutto di parte, di una sola parte, non siano in grado di valutare il lavoro della pubblica amministrazione e rappresentino invece una spesa notevole ed inutile (vorremmo sapere esattamente quanto).

La rivendicazione di salario indiretto che avanziamo come lavoratori (mense, trasporto, servizi a prezzi convenzionati), non esime l’amministrazione dal dover trovare il modo per garantire i redditi dei propri dipendenti in un contesto di continui aumenti dei prezzi, in cui non viene recuperata neppure l’inflazione. Una possibilità potrebbe essere ridurre il gap di reddito fra dipendenti e dirigenza. A mali estremi, estremi rimedi: non sono giustificati i differenziali di reddito presenti in Regione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...